Navigare Necesse Est (2)

Per tutti coloro che non possono fare a meno di viaggiare in crociera


Non sei connesso Connettiti o registrati

Diario di viaggio "Passaggio ad est" Con Costa Mediterranea

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 2]

alboran

avatar
Con un poco di ritardo comincio a scrivere il mio diario come promesso, spero anche che possa essere utile
a tutti i coloro che si affacciano al nostro piccolo forum Laughing



Primo giorno:Reggio – Civitavecchia

Prendiamo il treno alle 8 di mattina circa e alle 15 siamo a Roma t.ni, quindi breve sosta per un veloce spuntino e si prende il Regionale per Citavecchia il porto di Roma ci accoglierà in un albergo prenotato da tempo al fina di rilassarci un pochino la notte prima della partenza, abbiamo soggiornato all’hotel porto di Roma, piccolo ma carino a poche centinaia di metri dal forte Michelangelo emblema della città e porta d’ingresso al terminal Bramante dove l’indomani mattina è previsto l’attracco della Costa Mediterranea.
Prima di cenare, si fa una breve passeggiata lungo le vie del centro e si fa qualche foto al teatro della cittadina (Teatro Traiano ) monumento al marinaio (veramente molto bello) al lungomare e poi alla cattedrale, quindi dato il fresco venticello serale si cena e si va a nanna a riposare in vista delle fatiche che si dovranno affrontare nei giorni dopo…….


Partenza il: 17Maggio 2012
Giorni/Notti crociera: 14iorni, 13notti porto di Imbarco: Civitavecchia
Itinerario: Civitavecchia, Savona, navigazione, Katakolon, mikonos, Izmir, Istambul , Costanza, Odessa, Yalta, navigazione,Atene (Pireo), navigazione, Civitavecchia;
nave: 2500passeggeri
Comandante: Orazio D’Aita;
Direttore di crociera:Kiko

Itinerario: 10
Bellezza nave: 10
Vivibilità della nave: 10
Pulizia Cabina: 10
Pulizia Nave: 10
Personale di Bordo: 10 ristorante 10 cabinista
Cucina Ristorante: 9
Cucina Buffet: 10
Colazione: 9
Bar/Cioccolateria: 10
Escursioni: fatte in autonomia Istanbul,mikonos, Izmir e Savona con Costa:Costanza, Yalta,Odessa e Corinto (Atene);
Animazione:10
Spettacoli Serali: 10 e anche di più…………..
Organizzazione Nave: 10
Aree Comuni: 10


L'organizzazione a bordo è stata ottima, tutto curato nei minimi particolari!
Comandante eccezionale!
esercitazione d'emergenza ai controlli vari per la nave veramente cavillosi e puntuali;
Personale fantastico, ci siamo sentiti coccolati da tutti, in primis dal cameriere di cabina :mrgreen:
Tempo clemente sempre tranne che ad Odessa dove sembrava di essere nel cuore dell’inverno siberiano ….

Bentornato Massimo e grazie per i messaggi che regolarmente ci inviavi dalla nave nostante il tuo bel da fare con le due fantastiche bimbe, ci hanno permesso di seguirti ed aggiornare gli amici del forum circa il tuo meraviglioso viaggio.
I voti che hai dato sono eccellenti, quindi speriamo che Costa sia tornata agli antichi splendori, non mi ha stupito il voto alla nave, avendo constatato personalmente che Mediterranea è molto bella. ed ancora + bella l'ha resa la presenza dei magnifici 4: Massimo, Annanaria, Eliana ed Elisa.
Aspettiamo ora il tuo diarioe non preoccuparti, fai con calma, noi abbiamo tempo


17 maggio Civitavecchia prima parte

Finalmente ad un anno e tre mesi dalla prenotazione è arrivato il grande giorno, dall’emozione stanotte ho dormito pochissimo e mi sono svegliato (come accadrà spesso anche nei prossimi giorni) molto presto, la giornata si presenta bellissima e anche se c’è un leggero venticello si avverte caldo già a colazione, scoprirò più avanti che una coppia con bambina che ho intravisto in albergo ieri e oggi a colazione sarà al nostro tavolo su mediterranea, si tratta di una famigliola dell’isola d’Elba che scopriremo dopo essere molto molto simpatici…….

Naturalmente dopo la prima colazione si fa un secondo giro per le vie del centro di Civitavecchia ed io ne approfitto per andare a sbirciare se in porto ci sia il mio gioiellino dal fumaiolo giallo ;-)
C’è!Sola soletta ormeggiata al molo Bramante c’è lei la Mediterranea, non è enorme, ma a me piace più dell’oasis, chi mi conosce ha capito cosa intendo!
Dopo una leggera tachicardia del momento  , si torna in albergo e come due somarelli di Santorini io e mia moglie si parte alla volta del forte Michelangelo dove ci aspetta la navetta per il terminal…..
Sotto la nave prima di scarozzare le valigie giù e con la prole aggrappata al collo un minuto di sublime silenzio contemplativo della nostra casa in affitto per 13 giorni di vacanza .
Il terminal è semivuoto essendo solo le 11 di mattino con gli imbarchi che dovrebbero iniziare intorno a mezzogiorno e mezza, ma a me non crea nessun problema, finalmente un’attesa piacevole penso tra me e me, intanto le piccole pesti sono euforiche e piene di energia della prima mattina….
Personale costa al solito molto cordiale e disponibile, solo che poi mi accorgerò della mancanza del banchetto con bevande un tempo messo a disposizione per gli ospiti in attesa, e dell’impossibilità di prenotare pacchetti a terra, per cui il mio solito pacchetto acqua e qualche escursione…pazienza, sarà una nuova politica penso.
Continuo dopo

........17 maggio Civitavecchia seconda parte..........

Depositiamo i bagagli ci danno il numero 3 e all’inizio la cosa mi sembra strana…. e mentre si attende la polizia doganale per l’imbarco scopro che siamo solo 240 persone circa e che (si spiega tutto sul numero 3) a bordo ci saranno circa 1300 soci club e molti Gold perl,anche a Civitavecchia ci sono un bel po’ di Gold pearl per cui io (con le pupe e con la card pearl) vengo dopo nell’imbarco, la cosa comunque non mi tocca proprio dato che eravamo 4 gatti e nel giro di 4 minuti siamo saliti a bordo!
Che dire, emozione a mille e subito in cabina per una breve sosta prima di salire al buffet posto al ponte 9 Armonia!
La cabina (come sempre interna) al ponte 7 Prometeo, piccolina ma anche questo conta poco data l’importanza che riveste per quello che mi riguarda …..
Inutile dire che già conoscevo la nave avendo visto video e un migliaio di fotografie, comunque di persona l’ho trovata ancora più bella, dopo mangiato subito a fare la vovò (la nanna) alla figliolanza stanca e con le poche forze che avevo ancora su e giù per un primo giro della nave, in questi momenti mi sento felice come un bambino quando scarta i regali sotto l’albero a Natale! .........

17 maggio Civitavecchia terza parte

Alle 19 si parte e prima della partenza si fanno le esercitazioni d’emergenza,siamo alla muster station A e tutto viene seguito dal personale di bordo con attenzione e scrupolosità chiamando subito il personale affinché ad esercitazione quasi iniziata sostituissero il giubbotto di salvataggio alla piccola con uno adatto a lei e quindi ancora più piccolo di quello per i bambini di 5 o 6 anni, finita l’esercitazione in cabina e poi, dopo dello spettacolo a teatro, la cena al meraviglioso ristorante degli Argentieri a poppa nave ai ponti 2 e 3, in modo particolare il ponte 3 per tutto il tempo è stato il mio preferito perché permette di fare il giro completo della nave e a poppa con la scia dietro è diventato da subito il mio angolo di paradiso……
Si chiude la serata al ristorante e si va in cabina con i bimbi stanchi e con tante cose da sistemare per la mattina successiva in cui vi anticipo che dovrò fare rifornimento di omogeneizzati e pannolini per la pupa e incontrerò a pranzo le mie amiche Barbara e Maristella,che saranno doppiamente felici perché l’incontro avverrà in nave dato che loro faranno la loro ship visit sulla Med.


!8 maggio Savona prima parte


Dopo una notte tutto sommato tranquilla e ancora un pò frastornati si giunge a Savona,
come sempre all'alba io sono sul ponte ad immortalare l'ormai familiare ingresso
al porto di Savona, oggi non abbiamo prenotato escursioni con Costa, perchè Genova è stata l'inizio del mio viaggio di nozze per 3 giorni e
a Portofino e dintorni ci sono già stato in una di queste mitche gionate del mio viaggio di nozze esattamente 7 anni fa, Montecarlo secondo me era troppo impegnativa a causa delle numerose ore di pullman ed inoltre
era da mesi che avevo pianificato l'incontro con le mie carisissme e simpaticissime amiche:Maristella (più nota coome moglieee) e Barbara,Quindi studiando a casa prima della partenza ho deciso di cercare qualche chicca
nei dintorni di Savona, cosi studiando un pò scopro che tra i borghi più belli d'Italia nel Savonese esistono anche Noli e Finalborgo
una delle tre frazioni in cui è suddiviso il comune di Finale ligure, all'inizio volevo provare con i servizi di autobus, ma ciò richiedeva
troppo tempo per cui, siccome viene prima il benessere delle pupe, e dovevamo incontrare le nostre amiche, decido di fare il tour in taxi fermandomi un pò in tutti questi posti ed anche in uno scorcio veramente carino del ponente ligure di nome Varigotti!
Il tempo per tutta la mattina si mantiene caldo con il sole che va e viene, e io dopo aver fatto la prima scesa a terra per rifornirmi di pannolini, omogenizzati e salviettine, torno in nave e con tutta la mia famiglia si scende a terra dove ci attende il taxi
che ci accompanerà in questo bellissimo tour di sole 3 orette e mezza!Si parte da Finalborgo e sulla stada del ritorno (l'aurelia) si passa per varigotti e poi Noli.

Al nostro ritorno in nave a Savona, in pieno caos per il giro d'Italia in bicicletta,
sulla nave al Buffet "La perla del lago" incontro con Barbara e Moglie...ops Maristella,
le mie due mogli quindi si sono incontrate e tutti assieme abbiamo consumato rapidamente un pranzo
al buffet per non perdere neanche un secondo dello storico incontro tra una crociera,
una ship visit e degli amici con la A maiuscola che si rivedono nel migliore degli scenari una NAVEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!

a proposito di dolci, io da buon calabrese con il palato fino per i dolci, ho sempre disprezzato i surrogati di dolci che si mangiavano in nave, dicendo sempre:" tutto buono, ma per i dolci.......ce ne vuole!"
invece una delle cose più buone di questa crociera devo dire sono state i dolci, intendo quelli della cena, quelli del buffet, quelli dell'ora del te....tutti squisiti e sempre diversi, addirittura i biscotti e le torte me le rubavo e le conservavo in cabina perchè le bimbe erano ghiotte dei biscottini, insomma devo dire che sul lato dolci ho notato una rivoluzione rispetto alle solite schifezzuole degli ultimi anni.........

e questo per tutta la durata della crociera




18 maggio Savona seconda parte

Le prime ore del pomeriggio insieme a barbara e Maristella passano velocissime tra foto, chiacchierate tra di noi e risate con Maristella che nel frattempo ha stretto una grande amicizia con la bambina grande, mentre la piccola si intrufola in ogni scatto che Barbara e Maristella cercano frettolosamente di cogliere prima di dover scendere dalla nave, L’umore di Maristella da euforico passa a pensieroso e poco prima di scendere si trasforma in fortemente afflitto!Si sa per noi il momento della discesa è un po’ come per un neonato staccarlo dal seno materno, tuttavia dopo aver temporeggiato il triste momento ci si saluta tutti quanti, felici per essere stati (anche se poco) assieme ancora felici di esserlo!Sappiamo che non sarà l’ultima volta d’altro canto e, consapevoli di ciò, un po’ ci ridiamo sopra sebbene tristi per il distacco!
Alle 17 in punto la Med parte da savona diretta a Katakolon, ci aspetta un bellissimo giorno: quello di navigazione,certo con i bambini incollati è un po’ difficile organizzare progetti a lunga scadenza e ci siamo resi conto da subito che dobbiamo cogliere quello che viene di buono momento dopo momento, per cui complice mia moglie, di giorno in giorno assieme cercavamo di ritagliarci (bambini permettendo) degli spazzietti per noi, certo vi posso dire che il romanticismo è morto definitivamente ma almeno qualche momentino di relax individualmente o io o mia moglie ce lo siamo concessi nell’arco dei 13 giorni….
Dopo un bello spettacolo a teatro ci attendeva la prima
serata in cui vedo per la prima volta il comandante D’Aita che, come avrò modo di ribadire anche in seguito, sarà ad oggi il più simpatico dei comandanti che ho avuto il piacere di conoscere, certo è stato sempre super impegnato, ma anche nei pochi momenti che ci siamo intravisti è stato molto cordiale e affabile!
Si va al teatro e poi si va a cena, al nostro tavolo di 3 coppie e 4 bimbe di cui due sono le mie “pupette”
la piccola comincia a soffrire con la congiuntivite causa aria condizionata,
Questa sera rimuoviamo uno dei due lettini per fare più spazio, tanto la piccola dorme con noi …..
Sempre questa sera si sposta l’orologio in avanti di un ora

19 maggio navigazione

Come sempre, malgrado fossimo in navigazione, mi sveglio presto per fare 4 salti sul ponte e godermi l’alba mentre il resto della famiglia è nelle braccia di Morfeo, tempo buono e mare poco mosso, stiamo scendendo con rotta sud –sud est lungo il tirreno, occhiata in cabina ogni 20 minuti circa per controllare le mie donne e tenere pronto il lattuccio caldo con miele e biscotti per la piccolina (in genere si sveglia per prima), dopo la colazione per me a base di pane e marmellata e frutta*, si bivacca un poco nei vari ambienti della nave che, anche se abbastanza eterogenei, non trovo per nulla sgradevole, i miei locali preferiti saranno sempre il salone giardino isola bella a prua (ponte 1), il terrazzo d’inverno, il salone cinese, il ristorante degli Argentieri, il lido di poppa, e l’olimpia SPA (quest’ultima, purtroppo, poco utilizzata devo dire….), faccio un idromassaggio e dopo una sauna e si fa già ora di pranzo mentre la nave è già nel basso tirreno, nel pomeriggio si fa un pisolino e un quiz poi su alla pizzeria Posillipo dove è l’ora del te durante la quale sediamo un po’ la piccola con dei deliziosi biscottini e un po’ di torta al cioccolato, nel frattempo la nave sfila vicino a Stromboli visibile sulla sinistra e Panarea a destra e qui scatto un po’ di foto, anche se non ci passa molto vicino devo dire. Alle 20:30 ora italiana (19:30 sulla nave) dal teatro scappo perché mio fratello mi chiama e col binocolo mi vede sul ponte dalla sponda di Villa S.Giovanni e gli mando un saluto, faccio pure un po’ di foto allo stretto di Messina, per una volta dalla parte più bella (dalla nave).
Il tobradex collirio migliora la situazione degli occhi della piccola, e nel frattempo la mia inappetenza iniziale non accenna a sparire, devo dire che a cena c’era tanta roba buona, ma io proprio lo stomaco chiuso.
Finiamo di cenare e dopo un giro nella “zona preferita di mia moglie” area foto, si compra un delfino di pelouche alla bimba nel negozio di bordo e si va ad addormentare le pupe alle 23 e 40 circa.
Mentre le pupe stanno per dormire leggo il today del giorno dopo.Siamo nello ionio diretti a Katakolon


• parlando di frutta, questa è stata la cosa che ho mangiato di più in assoluto, buona fresca e variegata, specie uva e banane, ma anche melone e anguria, l’ananas e gli aranci li lasciavo volentieri a mia moglie, comunque non ho mai visto frutta matura o malridotta, inoltre oltre alla frutta vi era un grande assortimento di yogurt alla frutta ai gusti tradizionali e non (tipo pesca, albicocca, fragola, banana, ma anche prugna, mirtilli, frutti di bosco e melone)

p.s. sono ancora in astinenza da nutella……non si vede uff!

...
20 maggio katakolon


Dopo il mio personalissimo risveglio muscolare sul ponte 10 cleopatra a tu per tu con il mare, l’alba e l’aria fresca, si scende in cabina e dopo la colazione portiamo le pupe un po’ allo squock e si fanno delle fotucce ad angolini un po’ remoti della nave come la cappella, la sala giochi, lo squock, dopo aver preso un buon caffè “marocchino” al casanova si gioca un po’ con le pupe e ci quindi ci si prepara tutto quanto per la scesa a terra prevista subito dopo pranzo al buffet, scendiamo a fare una passeggiatina lungo le 2 viuzze parallele che costeggiano il porto e che costituiscono poi il paesino, come sappiamo è piccolissimo, ma per curiosare tra i negozietti e comprare qualcosa senza la fretta legata a fare dei giri per vedere cose interessanti è un buon posto, ad olimpia c’eravamo già stati per cui diciamo che basta una volta, anche il comandante è sceso a sgranchirsi le gambe ed anzi ci ha raccomandato pure di mettere una cremina protettiva alla bimba perché con il sole che c’era si sarebbe bruciata.
Dopo un paio di orette scarse si torna in nave,vado un po’ a fare un idromassaggio nella piscina scoperta e poi ci rivediamo tutti insieme a merenda al buffet (tortine, dolcini, biscottini ….)che momento piacevole con lo sfondo delle acque turchesi di Katakolon.
Immortalo la partenza e ci si prepara per il teatro che, per tutta la crociera,ci coinvolgerà molto data la bravura e l’accuratezza con cui organizzano gli spettacoli. Segue cena durante la quale pare fare capolino il mio appetito, bene!
Dopo cena un giretto, poi addormento i bimbi, mia moglie esausta si addormenta per prima e io dopo una mezzoretta di buona musica (simon &Garfunkel, beatles, Phill Collins, REM) purtroppo al lounge Dionisio (dico purtroppo perché li fumano) vado a nanna pure io.
Avendo la cabina ad estrema prua penso che almeno 3 km al giorno li ho fatti a piedi solo in nave quindi alla fine ciò a fatto si che siamo rientrati tutti con almeno due kili in meno rispetto alla partenza, ki l’ha detto che si ingrassa sulla nave?











multiquote »


Admin

avatar
Admin
Very Happy Ciao Alboran bentornato e grazie per questo magnifico diario, mi fa veramente un enorme piacere e che tutto sia andato bene i voti sono molto alti quindi il servizio è stato veramente più che eccellente, attendo con ansia la successiva parte del diario e sopratutto delle tappe del Mar Nero deve essere stata veramente una crociera fantastica spera di farla anche io un giorno... Very Happy Very Happy

http://navigarenecesseest2.pkrplace.com

alboran

avatar
te lo auguro, è stata veramente bella, anche il fatto che non sia durata solo 7 giorni è stato bellissimo Smile

Admin

avatar
Admin
Grazie Smile bellissima poi anche la Mediterranea, l'anno prossimo ci sarà la bellissima Costa Deliziosa a meno che non fanno cambiamenti visto che già sono in atto i primi cambiamenti di itinerario per Classica e Magica Crying or Very sad

http://navigarenecesseest2.pkrplace.com

alboran

avatar
si ma io mi chiedo se a questo punto gli itinerari di classica verranno sostituiti da magica cosi come sono nel catalogo anteprima 2013, se cosi fosse devo dire che magica farebbe bei giri invernali.....

Admin

avatar
Admin
Purtroppo ho il presentimento che non farà gli stessi itinerari, per quanto riguarda Marocco e Portogallo dovrebbe fare lo stesso di Classica ma la sosta a Tangeri forse... la Magica è troppo grossa, mentre nel Mediterraneo Orientale dovrebbe effettuare solo le crociere verso Israele ma da 13 giorni invece che 12 quindi qualche tappa in più dovrebbe esserci oltre alle solite Katakolon Atene Smirne e Ashdod.

Ma mi chiedo cosa faranno ora per l'estate alla Magica visto che sono stati cancellate anche le crociere estive da Venezia verso Grecia Rolling Eyes

http://navigarenecesseest2.pkrplace.com

alboran

avatar
questa è nuova.....veramente Magica non farà le isole greche?Mio fratello aveva prenotato e ora?sai qualcosa in più in merito alla notizia?

Admin

avatar
Admin
Purtroppo no mi dispiace, ma dal sito Costa non sono più prenotabili si dovrebbe sapere qualcosa entro la settimana prossima

http://navigarenecesseest2.pkrplace.com

alboran

avatar
cosa pensi che possa accadere adesso?Riorganizzano le partenze di magica o proprio faranno dei cambi radicali, certo credo che non debbano dare molti scossoni, ormai il catalogo è quasi assestato credo......

Umbe94

avatar
Admin
Che bel diario Massimo, aspetto la seconda parte!! Smile

Admin

avatar
Admin
Non so forse ci sarà un cambio di nave magari mettono la Serena e la Magica poi sul Mediterraneo Occidentale ma è solo una supposizione, visto che tutte le altre navi impegnate nel mediterraneo in estate sono prenotabili, forse vogliono allungare le crociere da 10 giorni come Fascinosa Rolling Eyes

http://navigarenecesseest2.pkrplace.com

alboran

avatar
.....continuiamo il nostro diario Smile


23 maggio Istanbul

Probabilmente la tappa più attesa del viaggio, non c’ero mai stato e avevo molto studiato a casa, tutto dice che Istanbul è bella ed affascinante ed effettivamente è cosi, sapevo già che la città è molto tranquilla al livello di gente e posso confermarlo;già da casa avevo fatto almeno due programmi da attuare una volta a Istanbul, devo dire che le escursioni di Costa mi allettavano tuttavia avendo due bimbe piccole non me la sentivo di sottoporle agli stress possibili derivanti da un escursione di un intera giornata ed inoltre non me la sentivo di farmi il pranzo in giro limitando ancora di più il poco tempo a disposizione per una città che merita una settimana di visita!
Poi costa ed anche Msc infarciscono le loro escursioni con le mostre dei tappeti di cui, onestamente, non me ne frega nulla!
Già alle prime ore dell’alba con pochissime persone sul ponte comincio a pregustare l’ingresso dal mare dio Marmara alla città di Istanbul, il sole spunta orientativamente proprio da dietro le colline di Istanbul rispetto a dove sono io, vale a dire al ponte 10 cleopatra zona prodiera proprio sopra il ponte di comando, tuttavia fotografo a dritta le famose isole dei principi e a sinistra invece c’è la Ruby Princess (nella notte superati i Dardanelli ci hanno superato e ora erano prima di noi all’attracco ad Istanbul) che attraccherà ad Istanbul dove ci sono già ormeggiate:La Mariner OTS e la Grand Celebration, diciamo che la Princess llascia a Mediterranea si e no 300 metri liberi per farla attraccare proprio a pelo (poppa a poppa).
Prevedo una giornata molto affollata nella già caotica Megalopoli Turca con i suoi 15 milioni appena di abitanti, quindi dopo una rapida colazione, preparo il latte per la piccola e con dei cornettini e altre cosucce faccio il room service in cabina a mia moglie e alle pupe che nel frattempo si stavano preparando, naturalmente tra una foto e l’altra al buffet “la perla del lago” mi sono preoccupato di fare (come spesso faccio, in occasione del fai da te) dei panini per la famiglia in previsione di un tour che super mezzogiorno!
Pronti allo sbarco passeggino alla mano e pupe al seguito usciamo (a mo di famiglia barbapapà) e subito ad essere corteggiati da una moltitudine di tassisti: i primi mi proponevano a cifre via via decrescenti dei giri con loro, ma io e mia moglie volevamo solo arrivare al centro il prima possibile al fine di evitare almeno gli escursionisti della nostra nave e sapendo che comunque ci aspettava un formicaio nella zona di Sultanhameth Camii (Moschea blu).
Finalmente alla fine della fila c’erano i tassisti che cercavamo noi, vale a dire quelli che ti portano al centro e basta!
Con 10 euro arriviamo d’avanti alla Basilica cisterna di Giustiniano, cosa che volevo vedere e di cui sono rimasto piacevolmente colpito, con un po’ di problemini a scendere gli sclaini col passeggino ci gustiamo questo giro tra le colonne immerse nell’acqua fino a raggiungere la fine con le teste di medusa.
Usciti da qui a pochi passi c’è Santa Sofia e decidiamo di fiondarci subito dato che la fila è esigua!
Fatti i biglietti si entra e devo dire che mi è piaciuta moltissimo, questa chiesa –moschea –museo è veramente bella, con i mosaici, i medaglioni con i nomi dei profeti musulmani, le icone ecc è veramente maestosa, la giro e rigiro per un bel po’ cercando di fare qualche foto particolare, poi salgo pure al secondo livello (solo io perché con la carrozzina sarebbe stato impensabile) sopra al piano superiore è ancora più bella e suggestiva!
Usciti, facciamo (sotto un sole cocente) i giardini che separano S. Sofia dalla Mosche Blu e qui foto a perdere (belle, brutte e orribili però tutte significative), si Giunge stanchi alla mosche blu dopo avere percorso dei bellissimi giardini alla ricerca di un pezzettino di ombra, entriamo e dato che avevamo la prole, molto gentilmente l’addetto ci ha fatto saltare la fila enorme che si era formata e che faceva due giri su se stessa dentro il cortile della moschea, qui ho capito che i turchi sono molto civili!
Vediamo la mitica Moschea Blu e per un quarto d’ora stiamo col naso in su in un formicaio umano!Bella, dice mia moglie, la cosa più bella fin’ora vista ad Istanbul,a me però è piaciuta di più S.Sofia.
Usciti dalla moschea blu, si va a vedere l’obelisco egiziano e la colonna serpentina e poi si compra qualche souvenir, si prosegue velocemente verso il Topkapi costeggiando Santa Sofia, solo che la piccola praticamente era collassata dal caldo e la grande non aveva molta voglia di fare file, quindi nel parco antistante le due torri del Topkapi ci fermiamo al fresco, si mangia qualcosa e ci si riposa un po’, la fila non accenna a diminuire e sotto il caldo delle 13 decidiamo a malincuore (per le bambine è meglio cosi) di non entrare al topkapi….sarà per la prossima volta!
Facciamo qualche fotuccia e poi passando per il museo archeologico giungiamo al parco Gulhane veramente carino, tranquillo, curato e fresco, qui le bimbe sembrano rinascere e anche noi ne approfittiamo per fare qualche scatto e rinfrescarci un po’!
Si continua per le viuzze di Istanbul e si cercano souvenir, poi pensiamo che (dato che siamo sulla via del ritorno in nave)avendo delle monete turche potevamo usarle per prendere il tram al rientro, così faccio i gettoni alla macchinetta e con 3° 4 lire turche circa torniamo in nave verso le 14:30 -15.
Appena in tempo per il buffet, quindi si prende un po’ di tutto prima che chiudono e noi grandi si mangia!
Poi andiamo un po’ a riposarci in attesa della partenza e della crociera sul bosforo!...............

Admin

avatar
Admin
Grazie Alboran Istanbul è veramente bellissima sicuramente merita più di una solo giornata, in questa crociere insieme ad Odessa e Yalta è una delle tappe più interessanti Smile

http://navigarenecesseest2.pkrplace.com

Umbe94

avatar
Admin
Porto di Istanbul un ricordo particolarmente piacevole, tanto da definirla una delle città più interessanti che io abbia mai visitato Smile
Peccato non aver visitato il Topkapi, oltre allo sfarzo dei suoi saloni... Offre una vista panoramica del Bosforo niente male Wink

Grazie ancora!! Aspetto la prossima parte Smile

alboran

avatar
24 maggio Costanza


Fin da quando prenotai la cabina, un anno e mezzo prima di partire, avevo il desiderio di fare l’escursione che portava a Tulcea sul fiume Danubio e da li fare la minicrociera fino a sulina alla foce dello stesso, tuttavia l’istinto (e anche Umberto devo dire Very Happy ) mi ha portato poi a rivedere i miei piani, infatti a causa di scali tutti ravvicinati e spesso impegnativi la crociera sul Danubio che prevedeva un totale di 3 ore abbondanti di pullman e 4 di crociera mi sembrava troppo pesante per le bimbe, reduci da Istanbul e con ancora Odessa e Yalta a batteria, quindi, seppur cosciente del poco che offriva Costanza si decide di fare l’escursione “visita di Costanza” Dopo l’ingresso nell’enorme porto di Costanza, si scende a fare il tour che ci porta da subito a vedere il vecchio casinò di Costanza appena fuori del porto all’inizio del lungomare, questo anche se imponente non è per nulla curato e si presenta parecchio abbandonato, a seguire dopo un giretto lungo dei viali di costanza, si giunge alla periferia nord della città dove esistono diversi complessi residenziali, alberghi e lidi, il posto che già avevo ampiamente studiato a casa si è presentato ancora più desolato del previsto, sarà che non eravamo ancora a stagione balneare avviata, si tratta di una lingua sabbiosa tra il mare nero e un lago interno su cui si succedono diversi alberghi.
Anche questa visitina non mi desta alcun interesse, si procede quindi per la cattedrale in cui c’era comunque una funzione religiosa e quindi si procede per il museo archeologico nel quale oltre ad esserci diversi reperti di varie epoche della Dobrugia (la regione rumena sul mar nero) e del mar nero, vi era anche la ricostruzione di una casa neolitica di un villaggio del mar nero, delle zanne di mammut, ed altri reperti tra cui anche dei vasi e anfore…..
Costanza comunque non offre granchè comunque secondo me scendere e vedere posti nuovi conviene sempre.
Alle 19 si riparte da Costanza diretti a Odessa, nella notte la nave balla un pochino, per molti ha ballato parecchio, io invece sono stato piacevolmente cullato dal beccheggio della nave.

Admin

avatar
Admin
come sempre grazie alboran Wink ora attendiamo la bellissima e freddissima Odessa Smile

http://navigarenecesseest2.pkrplace.com

alboran

avatar
25 maggio Odessa

Dopo una nottata con mare non proprio tranquillo e vento forte ci apprestiamo all’alba (a fine maggio il bello è che alle 5 di mattino c’è luce e alle 21 di sera c’è luce) alle manovre di avvicinamento a Odessa, vento decisamente di burrasca sul ponte, e nuvoloni gonfi di pioggia lasciano presagire una giornata non proprio facile Sad , il caldo afoso della vicina Costanza si è trasformato in freddo pungente!
Mi è comunque molto piaciuta la città di Odessa :wub: , si nota la povertà rispetto alle nazioni dell’Europa Occidentale ma tuttavia c’è un gran senso di ordine cura e pulizia.
Saliamo sul pullman proprio sotto la nave in mezzo ad un uragano di vento :wacko: e passiamo d’avanti alla scalinata Potëmkin, con i suoi 140 metri che è uno dei due simboli della città l’altro è il teatro dell’opera. Col pullman si va quindi alla Cattedrale Uspensky, la chiesa principale di Odessa. Costruita nel 1969, la sua magnifica facciata è un connubio di stile russo e bizantino veramente bella al suo interno e come tutte le cose viste, molto curata, vediamo il campanile alto 53 metri, custodisce e dentro sulla destra in fondo la miracolosa icona della Madre di Dio Kasperovskaja, piccola ma bella, gli diamo un bacetto non si sa mai!
Poi si va al Museo delle Belle Arti, ospitato nell'ex palazzo del Conte Pototsky, che vanta una formidabile esposizione di icone e dipinti russi risalenti al XV secolo dove delle streghe 😠 (custodi) si imbestialivano letteralmente se scattavi qualche foto, se passavi in zone che erano proibite e se fiatavi….insomma, meno male che le pupette mezze morte di freddo e assonnate non hanno dato fastidio, anche se devo dire che sono state sempre brave ed educatissime.
Si esce sempre con questa pioggerellina fastidiosa e minacciosa 😠 e si giunge in pullman dopo poco alla Cattedrale della Trasfigurazione del 1808 mi pare…e ricostruita nel 2004 dopo che è stata distrutta nel 1936 dai Russi. All’uscita proprio in mezzo ad un vento cattivo cercando di coprire il più possibile le pupe andiamo al vicino mercatino di una decina di bancarelle e compriamo qualche souvenir, sanno spennare bene il turista anche qua e sono poco inclini a scendere di prezzo!
Riprendiamo il pullman e via verso la piazza col monumento a Puskin e la scalinata dall’alto, qui prendo una ceratina di nylon della costa che avevo e copro passeggino e bimba dentro (che mi fa morire dal ridere 😠 Very Happy lo prende come un gioco Razz e si scopre sotto un vento furioso, poi mi levo la mia giacca e copro la grande che con il suo sentiva freddo!) Si fa tutta la Primorsky Boulevard tra palazzi e artisti di strada e si vedono altri monumenti e il museo dall’esterno con la copia del Laucoonte d’avanti.
Poi sotto un alberello per ripararci dalla pioggia nella piazza del teatro attendiamo il pullman che ci riporta a pranzare in nave prima di scendere nuovamente per quello che è stato l’unico desiderio di mia moglie e che non potevo rifiutale, vale a dire il balletto al teatro dell’opera, lei fa teatro e voleva entrare al teatro! :rolleyes:

Admin

avatar
Admin
Come sempre grazie Alboran per la dettagliata descrizione Very Happy deve essere bellissima Odessa come città, ogni volta che sento parlare dell'Europa dell'Est mi viene in mente sempre la storia dell'ex URSS che superpotenza che era mi ha sempre molto affascinato, peccato che erano molto indietro rispetto agli Occidentali e la Democrazie non esisteva per niente.

http://navigarenecesseest2.pkrplace.com

alboran

avatar
anche a me colpisce molto la storia dell'Unione sovietica e la sua frantumazione, comunque in Ucraina sono contenti da un lato della secessione, ma dall'altro stavano meglio prima.Questo è quello che mi ha detto la guida sul pullman

Admin

avatar
Admin
Si in effetti si per un certo senso stavano meglio prima perchè lo Stato possedeva tutti i mezzi di produzione e dava lavoro e ricchezza, era proprietario di tutto e controllava tutta l'economia lo Stato che si basava ovviamente su un modello comunista. magari in Italia dico io...

http://navigarenecesseest2.pkrplace.com

alboran

avatar
26 maggio Yalta

Dopo una notte di navigazione tranquilla, mi sveglio all’alba Shocked (intendo alle 5:30 di mattina) per andare sul ponte a godermi la navigazione al sorgere del sole Embarassed , il sole fa capolino dalle colline della crimea e continuiamo a costeggiare le costa, nel frattempo mi porto la colazione al lido apollo e qui mi godo la scia all’alba dato che contrariamente al giorno prima c’è calma di vento e un aria tiepida Smile , anche se ci sono dei nuvoloni in lontananza Mad fanno veramente poca paura, si giunge a Yalta che nelle guide riportava essere uno dei centri climatici più rinomati del Mar Nero. Abbiamo pensato di fare il giro delle coste meridionali della Crime, che di fatto significa fare 3 km verso ovest e tornare di 5 verso est rispetto alla cittadina di Yalta.
Si parte dal porticciolo di Yalta verso la località di Livadia, a 3 Km. da Yalta, questa era la ex residenza estiva degli Zar qui visitiamo il famoso palazzo bianco, vediamo il Museo Storico e la Pinacoteca, nel febbraio del 1945, qui si svolse la conferenza di Yalta (di Crimea) tra i capi di governo delle tre potenze alleate della coalizione anti hitleriana URSS, Stati Uniti, Gran Bretagna.
Il Palazzo imponente esternamente dentro è abbastanza minimalista , carini i giardini esterni anche ben curati, rientrando da Livadia si passa (qui sono rimasto deluso) dal castello di Swallow Nest, mi aspettavo una visita ravvicinata al piccolo castelletto invece ci hanno fatto fermare in una piazzola lungo la strada dalla quale in lontananza verso il basso abbiamo visto il castello (che altri sono riusciti a visitare andando in taxi con un piccolo costo aggiuntivo) fatte le foto in mezzo alla calca compro il modellino del castello come souvenir e, dati i prezzi affraid , si esce subito. Anche se il castello era uno sputo avrei tanto voluto visitarlo da vicino, anche perché il bello è che si trova a picco sul mare, cosa che non si coglie a dovere da una collina sovrastante!
Quindi il giro riprende e oltrepassata Yalta si va a vedere i Giardini Botanici Nikitsky, creati nel 1812 si estendono su una superficie di di 1100 ettari, includendo: La collezione dei giardini Nikitsky consta di ben cinquantamila specie e ibridi di piante provenienti da diversi paesi, devo dire che questi giardini sono veramente belli Smile , siccome abbiamo fatto il giro attraversandoli da una parte all’altra abbiamo dovuto faticare nella seconda parte in discesa a causa di un bel po’ di scalini (con la bambina che dormiva nel passeggino è comodo, ma se devi farti degli scalini è un po’ pesante)comunque tutti erano pronti ad aiutarci come non era mai successo devo dire!
Si ritorna in nave e si decide di andare a pranzo ed eventualmente fare il giro del lungomare di Yalta per giungere al duomo piccolo e carino che si scorge dalla nave stessa.
Ma nel pomeriggio decido di sbragarmi nella piscina Cadmo coperta e giocare bounce bounce con la bambina grande dentro la piscina, scattando qualche foto e mangiando frutta fresca, mia moglie si riposa un po’ con la piccola e poi ci si rincontra al buffet per l’ora della pizza preserale sempre molto buona!
Poi sul ponte per immortalare la partenza da Yalta e a seguire teatro e cena. Dopo cena passeggiatina tra ponte 2 e 3 e di nuovo a poppa al ponte 9 per starmene un po’ da solo io e il mare coccolati solo dalla brezza del vento. Poi a nanna

Admin

avatar
Admin
Grazie Alboran bellissima descrizione di Yalta, unica città dell'Ucraina con un clima che secondo i dati viene addirittura considerato come sub-tropicale, come la vicina cittadina russa di Sochi dove la Costa vi dovrebbe ritornar a far scalo, Yalta famosissima come hai già detto per la conferenza di Yalta del 1945 dove preso accordi Stalin, Roosvelt e Churchill sul modi di continuare la guerra ed in seguito a questa riunione, che fu occupato la Germania e via dicendo e furono sconfitti i nazisti che tante stragi han fatto Evil or Very Mad

http://navigarenecesseest2.pkrplace.com

Umbe94

avatar
Admin
Grazie mille Alboran Smile Devo dire che mi hai invogliato a visitare Yalta Smile Deve essere molto bella Very Happy

alboran

avatar
carina, devo dire che è bella anche perchè immersa in una bella cornice dal punto di vista paesaggistico, comunque ho trovato molto bella Odessa! Smile

Admin

avatar
Admin
Odessa è la tappa top del Mar Nero Very Happy

http://navigarenecesseest2.pkrplace.com

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 2]

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum